free amp template

La storia della Kickboxing

"Si vis pacem, para bellum" ... Se vuoi la pace, prepara la guerra

Uno sport da ring e da tatami.

Il termine "KICKBOXING" (letteralmente "Tirare di calcio e di pugno") nasce negli USA ufficialmente nel 1974 con il nome di "FULL CONTACT KARATE". Per l’esattezza, era il 14 settembre 1974 quando nella Los Angeles Cow Sports Arena venne presentato il primo Campionato del Mondo Professionistico che si disputò tra un pugno di americani e pochi europei. Nel 1976, le stesse persone che a Los Angeles avevano promosso il primo Mondiale Pro, fondarono la WORLD ASSOCIATION OF ALL STYLE KARATE ORGANIZATIONS (WAKO). Nel 1978 si tennero a Berlino i primi veri e propri Campionati del Mondo, seguiti da quelli di Tampa (Florida) nel 1979 e da quella data ininterrottamente ogni due anni. Nel 1980, a causa del successo che il Full Contact Karate incontrò in Europa, nacquero dei contrasti con le Federazioni di Karate esistenti e per evitare problemi politico-sportivi, la WAKO decise di lasciar cadere l’uso della parola Karate associata a Full Contact e nacque così il termine di KICKBOXING (sintesi di "kicking" e "boxing") che immediatamente dava l’idea di cosa i praticanti stessero facendo: tirare di calcio e di pugno. Pertanto la sigla internazionale WAKO rimase, così come il suo logo originario,ma con la dicitura di WORLD ASSOCIATION OF KICKBOXING ORGANIZATIONS. Siamo orgogliosi comunque di sottolineare che il presidente onorario della Federazione Italiana, Ennio Falsoni, 

 non solo è stato presidente della WAKO dal 1984 al 2013, ma è stato anche il naturale successore degli ideatori, degli inventori di questa disciplina che ormai è dilagata nel mondo ed è praticata da milioni di persone. L'attuale successore di Falsoni in qualita' di presidente della Federazione Italiana Kickboxing Muay Thai Savate e Shoot Boxe é il Maestro Donato Milano, eletto a maggioranza nel giugno 2014, mentre Borislav Pelevic, gia' Vice Presidente WAKO, è stato eletto anch'egli a maggioranza come nuovo presidente WAKO nel corso dell'Assemblea Generale tenutasi il 24 novembre 2015. La WAKO consta oggi di ben 156 paesi affiliati nei cinque continenti ed è la sola organizzazione di kickboxing riconosciuta da SPORTACCORD (ex GAISF), da OCA, AIMS e IWGA, e che ha già partecipato sia agli AFRICAN GAMES che agli ASIAN INDOOR GAMES nel 2007. Per tornare alla nostra storia sintetica, un altro motivo per cui si lasciò cadere l’uso della parola karate allora, era che nel frattempo accanto al full contact, la kickboxing aveva adottato delle altre formule sportive che si chiamano Point Fighting (all'epoca Semi Contact) e Light Contact. Quindi la parola Kickboxing assume un termine generico, come una corolla dalla quale si diramano tutte le varie specialità praticate oggigiorno: Point Fighting, Light Contact, Kick Light, Full Contact, Low Kick, K1 Rules e Forme Musicali.

Muay Thai vs. Kickboxing: "Il Combattimento leggendario che ha cambiato la storia"

Entra la FIKeDA

La FIKeDA rappresenta la continuazione di tutta la storia e la tradizione della FEDERAZIONE ITALIANA ARTI MARZIALI (FIAM). E' stata infatti l'assemblea straordinaria delle società FIAM tenutasi a Cesenatico in data 1 maggio 2000 - in occasione dello stage nazionale - , che ha deliberato all'unanimità la svolta. Storico momento dunque quello vissuto a Cesenatico per le società FIAM intervenute. La gloriosa sigla infatti, fondata nel 1974 da personaggi noti del mondo marziale, da Luciano Parisi a Rodolfo Ottaggio, da Ennio Falsoni a Bruno Munda, da Cesare Barioli a Antonio Coladonati, ha infatti cambiato denominazione sociale. 

Come dire che si è cambiata d'abito, perché di fatto tutto il suo passato, la sua tradizione, restano. L'assemblea straordinaria delle società aventi diritto di voto, 

legalmente convocata, alla presenza di un Notaio di Cesenatico (la dott.ssa Maria Scardovi) ha deliberato all'unanimità di cambiare il proprio nome in Federazione Italiana di kickboxing e Discipline Associate, e di utilizzare l'abbreviazione FIKeDA con un logo che, anche nella grafica, fosse molto simile a quello precedente per dare il senso di continuità alla sua azione. Perché tale scelta? Perché col passare degli anni, il settore di kickboxing della FIAM era diventato talmente importante da potersi presentare ufficialmente al CONI. La Fiam ha cambiato nome in Federazione Italiana di Kickboxing e Discipline Associate per fare ufficiale domanda di riconoscimento (all'Ufficio Attività Sociali Amatoriali) per il suo principale sport. A seguito di alcune regolamentazioni del Coni il nome è diventato FIKBMS ovvero Federazione Italiana di Kickboxing, Muay Thai, Savate e Shoot Boxe

FIKBMS

Federazione italiana kickboxing
Sportiva
Via manzoni, 18 20052 Monza
Email: segreteria@fikbms.net
Sito web: http://www.fikbms.net/it/
Tel:039.321804   

Seguici